La storia

Il momento iniziale dell’hotel Edelweiss risale ai primi anni del secolo venti. Nel 1912 è costruito il basamento con l’edificio dell’hotel Conrady. Il metodo di costruzione mostra elementi dello jugendstil, come sono anche conosciuti per esempio dell’hotel Schatzalp a Davos.

Fino al 1924 è condotto come albergo e, in seguito, trasformato in un sanatorio privato, giacché la secca aria di montagna di Davos fa fede di essere un clima ideale per la convalescenza a tutt’oggi.

La direzione del sanatorio ha cambiato spesso fino agli anni 1950, e con questo anche il nome dell’edificio. Dal 1938 al 1953, l’hotel Edelweiss d’oggi era conosciuto come “Sanatorio Sursum”. In seguito, la casa è cambiata nella sua struttura base: Frattanto condotto di nurse benedettine, l’edificio si era allargato con un’aggiunta in forma di una cappella integrata al lato destro dell’edificio. Era seguito a nome die “Santo Vincenzo” come località di risanamento e pensione. All’interno, gli ornamenti “giocherelloni” dello jugendstil facevano posto alle forme ridotte dell’architettura degli anni cinquanta.

La forma esteriore della casa si è conservata a tutt’oggi, l’allestimento interiore invece è stato adatto col tempo.

Con il cambio di proprietario tramite la famiglia Sutter-Umiker, la casa ha ripreso la sua funzione di una volta: cioè di essere un hotel.

Dall’acquisto nel 1996, sono effettuati continuamente alcuni cambiamenti alla casa, accentuando gli elementi antichi e combinandoli con quelli moderni.

tripadvisor
facebook google mail